«

»

Manè, la più grande ala del calcio e la musica della Banda Bassotti

Manuel Francisco dos Santos, detto Manè Garrincha, è stata la più grande ala destra di sempre del mondo del calcio e la Banda Bassotti ne narra la storia con la musica.

Il gruppo sk-punk-oi!-rock romano ne esalta non solo le gesta atletiche, ma anche la vita, l’esperienze di un ragazzo malato e povero che riesce ad uscire dal ghetto grazie al pallone ed alla sua forza di volontà: un esempio!

Come ripetiamo sempre, proprio sapendo che la Banda Bassotti è politicamente schierata, vi ricordiamo, cari “footballer a 45 giri” che ciò a noi non interessa: a noi interessa ogni esempio di calcio e musica, la politica, cosa più importante probabilmente, la lasciamo fuori da questo blog.

Come tutti i personaggi mitici, anche Garrincha muore giovane, non ancora 50enne, povero e mangiato dall’alcol..ma ripercorriamo la sua sua vita e leggiamo il testo della canzone Manè che fa parte del disco Guerriglia del 2002:

Segni di catene
l’orgoglio e la farne
è come il piombo
questa povertà.

Con i piedi nudi
la palla di stracci
sarà passaporto
per la libertà.

Traffico di sogni nel cielo
sale dalle case di fango
ogni risveglio quel pensiero
ce la farò.

Buongiorno favelas
io sono Mané
sul tetto del mondo
c’è un posto per me
ai vostri campioni
io gli farò ballare
un samba e poi tornerò.

Brasile di mille colori
come la pelle dei suoi schiavi
come la maglia dei campioni
Garrincha Gol.

Pesa come il piombo
questa povertà
tu fagli una finta
e lasciala là
la poliomelite
la finta Mané
la vita in baracca
la finta Mané
la colla ai polmoni
la finta Mané
c’è la polizia
la finta Mané
Io sono Mané
Io sono Mané
sul tetto del mondo
c’è un posto per me
io sono Mané
io sono Mané
buongiorno favela
io torno da te.

Aprite quella gabbia d’oro
il passero riprende il volo
morire povero e da solo
ma libero
Garrincha Gol.

Garrincha, figlio di una guardia notturna e malato di poliomelite è ruascito ed essere un mito, oscurato solo dal grande Pelè nel mondiale svedese del 1958..ma chi non lo sarebbe stato!?

Nella vita questo giocatore ha vinto:
– 3 tornei Rio-San Paolo
– 3 campionati Carioca
– 2 coppe del mondo
– capocannoniere della coppa del mondo
– miglior giocatore della coppa del mondo.

Garrincha ha idossato, oltre a quelle della Selecao, le magli di: Pau grande, Botafogo, Corinthians, Vasco da Gama, Junior, Flamengo e Olaria.
Questo piccolo discendente degli indios è nella memoria di tutti quelli che amano il football, specialmente di chi ha più anni di noi e lo ha visto calcare i campi, di chi ha potuto apprezzare il calcio che ora non c’è più.

Grazie a Franco!

Permalink link a questo articolo: http://www.footballa45giri.it/mane-calcio-musica-banda-bassotti/