Goodbye Upton Park, Cockney Rejects

goodbye upton park cockney rejects

Goodbye Upton Park è la canzone dei Cockney Rejects per lo stadio celebre del West Ham che dopo 112 anni verrà abbandonato dalla squadra dell’east end londinese.

Il brano dei Cockney Rejects, non una band qualsiasi, una oi! band, un gruppo musicale che ha spaziato tra lo street punk e gli skinheads, tra canzoni di vita vissuta, di strada, risse, alcol e violenza hooligan. I Rejects sono tifosi dei Martelli da sempre e sono legati alle loro origini, la loro Londra anni 70, la classe operaia, la sottocultura skinhead.

Tra l’entusiasmo e la tristezza, l’ultima ad Upton si arricchisce di eventi pre e post partita; persino al Gazzetta dello sport fa riferimenti alla working class ed alla musica parlando dello stadio del West Ham:

LONDRA OPERAIA — È bello andare a vivere in una villa di lusso, ma la casa dove hai trascorso una vita ti resterà sempre nel cuore. Qui ha tifato col cuore caldo la Londra operaia, accento cockney e tatuaggi. Negli anni 60 l’odore di hot dog, pollo fritto e patatine si respirava anche in campo. Gli spettatori stavano in piedi, schiacciati, a cantare “I’m Forever Blowing Bubbles”. I rivali erano intimoriti. I giocatori di casa sapevano che non potevano battere la fiacca. Qui il popolo non si arrendeva mai: persino in 30 mila sostenevano la squadra nei momenti duri della Championship.

L’ultima partita è il 10 Maggio 2016 e vede gli Hammers giocare contro il Manchester Untied, oltretutto è un match importante perchè il WHUFC si gioca l’Europa, con la qualificazione in Europa League.

Ma tu lo immagini il West Ham in un altro stadio?!? Noi no!

Il Boleyn Ground, questo il vero nome dell’impianto sportivo dove gioca la squadra Claret&blue, situato nel quartiere di Newham non può essere sostituito dall’Olympic Stadium..è un pezzo di storia che muore! Bobbie Moore, la Intercity Firm e ci mettiamo anche Paolo di Canio e Gianfranco Zola..oltretutto proprio del ragazzo del Quarticciolo è il gol insgnito come il più bello dello stadio.ù

La tribuna Bobby Moore, la Sir Trevor Brooking, la Est, quella con al grande scritta suiseggiolini “West Ham” e la Ovest, quella della Dr.Martens, mitico sponsor ce ci riportala memoria ai tempi dei Bootboys, gli esagitati hooligans che hanno reso nota la tifoseria dei “martelli incrociati”.

Upton Park è: quel coro di migliaia di tifosi che dice I’m forever blowing boubbles, è quella gradinata di teste rasate che non vede l’ora di scontrarsi con gli avversari, è lasciare la calling card (la cartolina con scritto “congratulation you’ve just meet the ICF), è sfidare, nell’era casual, i tifosi del’altra squadra anche sotto l’aspetto dell’abbigliamento..boleyn ground è tutto.

Lascia un commento