Coro da stadio CUCS Roma

cucs-commando-ultrà-curva-sud-romaIl coro da stadio del CUCS, il Commando Ultrà Curva Sud, della Roma in voga negli anni 70 ed 80 che descrive uno spaccato di società e di giovani ribelli.

In questo periodo in cui la parola “romantico” viene associata a tutto, specialmente a quel che riguarda il football ed il tifo, il coro da stadio dei romanisti fa veramente riflettere; per la serie “come eravamo” ecco la canzone che parla di sballo e di droga.
Un modello di tifo tutto italiano e mediterraneo, quello delle tifoserie anni 70 che va man mano scomparendo, a torto o ragione, perchè obsoleto. Fa sorridere pensare che un gruppo di ragazzi si recasse a vedere la partita sostenendo i proprio colori ed inneggiando allo “sconvolgersi” ed alle sostanze allucinogene..ma alla fine, forse lo stile è diverso, ma dentro noi siamo tanto cambiati?

Ecco la canzone riproposta dai tifosi della Magica Roma nell’anniversario, il 40°, della nascita del Commando, gruppo leader della curva romanista ed esempio per molte realtà italiane dell’epoca e non solo.
Il 9 Gennaio, scherzo del destino lo stesso giorno in cui i laziali festeggiano il compleanno della loro squadra del cuore, ecco la festa del cucs ed il coro:

Le parole della canzone degli ultrà giallorossi sono:

Inizia il lunedi col LSD
Vendiamo anfetamina fino a mercoledì
Fumiamo e sconvolgiamo a noi piace così
E ci sconvolge pure la Lazio in serie B
Anche il papa fumerà se il commando lo vorrà e sconvolto si farà di eroina a volontà
Oppio marocco e coca a volontà e coca a volontà per il commando ultrà

Anche questo coro da stadio unisce la musica agli ultras, poichè la sua melodia è la stessa di Yellow Submarine, disco mitico dei Beatles inciso da Revolver nel 1966 in disco 45 giri.

Lascia un commento