«

»

Walter Casagrande tra calcio e droga, come i miti del rock

Walter Casagrande Junior, calciatore del Toro e dell’Ascoli ha ammesso che negli anni della sua carriera da atleta si drogava come i suoi miti del rock Jim Morrison, Janis Joplin e Jimi Hendrix.

Casagrande ammette che la sua dipendenza è durata per 20 anni e che ha iniziato l’uso di sostanze stupefacenti quando vestiva la maglia del Corinthians, in Brasile.

In 2 decenni si è fatto le canne, ha pippato la cocaina e si è pure iniettato l’eroina!!!..senza contare la tequila..

Ci fa venire in mente il film Amore tossico del 1983, un movie di Claudio Calligari che racconta la vita di un gruppo di tossici di Roma e che aveva la particolarità di essere girato con personaggi che realmente erano eroinomani.
Molti degli attori sono finiti male per causa dell’aids.

Un dialogo del film è ripreso nella canzone Olla di man dei Villa Ada Posse, gruppo reggae capitolino; il pezzo è quello in cui Enzo e Ciopper discutono perchè uno dei 2 si è comprato un gelato vanificando gli sforzi per raccimolare i soldi per comprare la dose al pontile di Ostia.


Per precisare Walter Casagrande ha specificato che non ha fatto uso di droghe mentre era in Europa con il Porto, l’Ascoli ed il Toro..ma non ha specificato però in che occasioni si è dopato.

L’attaccante brasiliano ha giocato 4 anni nelle Marche e 4 in Piemonte vincendo con i bianconeri il titolo di capocannoniere di B e l’anno successivo con i granata la Coppa Italia del 1993.

Permalink link a questo articolo: http://www.footballa45giri.it/walter-casagrande-calcio-droga-rock/