Un disco dei Beatles diventa una coro dei tifosi del Coventry

I tifosi del Coventry City Football Club per sostenere i propri giocatori dalla gradinata cantano un coro sulla musica del mitico disco dei Beatles Twist and shout.

Noi di Football a 45 giri non siamo musicisti, ma proveremo a spiegare con parole povere che proprio il crescendo di tonalità della battute di Twist and shout la rese adatta ai cori da stadio, dei quali esistono versioni a supporto di tante squadre inglesi e non solo.

Eccone l’esempio in questo video in cui i supporter del Coventry eseguono la canzone al White Hart Line nella trasferta di FA cup contro il Tottenham Hotspurs:

In teoria il brano originale che tutti attribuiamo agli Scarafaggi di Liverpool (i baronetti!), è stato scritto da Phil Medley e Bert Russell ed interpretato dalla band americana The Isley Brothers, che ne pubblicarono copie tramite la Wand 653 già nel 1962.

Questo pezzo rock’n’roll ebbe tanta gloria a partire dall’anno successivo, infatti uscì al pubblico come traccia dell’album Please, please me pubblicato da Parlophon ed eseguito dai Beatles; il loro primo 33 giri!
Si dice che Lennon abbia registrato Twist and shout talmente provato ed esausto che non aveva la voce.

Sta di fatto che il successo di questo brano è stato esagerato ed ancora oggi è una delle canzoni più ascoltate e canticchiate da tutti, vecchi, giovani e bambini.
Ecco il testo di Twist and shout:
Well, shake it up, baby, now, (shake it up, baby)
Twist and shout (twist and shout)
C’mon c’mon c’mon, c’mon baby, now, (c’mon baby)
Come on and work it on out (work it on out oooooh!)
Well, work it on out (work it on out)
You know you look so good (look so good)
You know you got me going now, (got me going)
Just like I knew you would (like I knew you would oooooh!)
Well, shake it up, baby, now, (shake it up, baby)
Twist and shout (twist and shout)
C’mon c’mon c’mon, c’mon, baby, now (c’mon baby)
Come on and work it on out (work it on out oooooh!)
You know you twist your little girl, (twist your little girl)
You know you twist so fine (twist so fine)
Come on and twist a little closer now, (twist a little closer)
And let me know that you’re mine (let me know you’re mine ooooh!)

Ora godiamoci l’originale:

E tu, cosa ne pensi?