Ale Al Modna, è il coro dei tifosi della Sud

coro curva montagnani modena

Gli ultras e la musica si fondono con il coro della Curva Montagnani, la Sud di Modena.

Qui i tifosi gialloblu in trasferta a Cesena, nel dopo partita, nel giugno 2014:


Quello degli ultras del Modena è un atipico coro da stadio, poichè è “strumentale” (musicalmente parlando), cioè non ha parole, ma solo l’Alè Al Modna per incitare i calciatori canarini della Ghirlandina.

Tutti questi ooh, oohh, nascondo qualcosa, non ti sembra di aver già sentito questa fantastica melodia?

The sound of silence:

un capolavoro della musica moderna! Probabilmente uno dei brani più impostnati della carriera di Simon & Garfunkel.

Paul Simon e Art Garfunkel incisero The sound of silence nel 1965, in un disco 45 giri pubblicato dalla Columbia records. Nemmeno loro potevano immaginare il successo che avrebbero avuto. Nel capodanno 1966 la canzone salì in cima alle classifiche di tutto il mondo.

Gli ultras del Modena della Curva Sud 1912 non potevano che scegliere canzone migliore perchè questo brano riesce a meraviglia nel settore!..e pensare che invece la storia del brano è triste, Paul Simon, che suonava anche la chitarra nel duo, disse che la canzone si scrisse da sola, nel senso che il testo scendeva giù velocemente comandando la sua mano per lasciare un segno dopo l’uccisione del presidente degli USA JF Kennedy avvenuta il 22 Novembre 1963. Dopo anni l’autore dichiarò che le parole iniziali “hallo darkness my old friend” derivano dal fatto che amasse comporre musica chiuso al buoi nel bagno di casa…strani gli artisti eh?!?


Le parole di The sound of silence:

Hello darkness, my old friend
I’ve come to talk with you again
Because a vision softly creeping
Left its seeds while I was sleeping
And the vision that was planted in my brain
Still remains
Within the sound of silence

In restless dreams I walked alone
Narrow streets of cobblestone
‘Neath the halo of a street lamp
I turned my collar to the cold and damp
When my eyes were stabbed by the flash of a neon light
That split the night
And touched the sound of silence

And in the naked light I saw
Ten thousand people maybe more
People talking without speaking
People hearing without listening
People writing songs that voices never shared
No one dared
Disturb the sound of silence

“Fools,” said I, “you do not know
Silence like a cancer grows
Hear my words that I might teach you
Take my arms that I might reach you”
But my words like silent raindrops fell
And echoed in the wells of silence

And the people bowed and prayed
To the neon god they made
And the sign flashed out its warning
In the words that it was forming
And the sign said “The words of the prophets are written on the subway walls
And tenement halls
And whispered in the sound of silence

E tu, cosa ne pensi?