Il Palmeiras vince la coppa di Brasile, festa con 8 morti

Il Palmeiras vince la coppa di Brasile, festa con 8 morti.

Leggi l’articolo.

2 pensieri riguardo “Il Palmeiras vince la coppa di Brasile, festa con 8 morti

  • 12 Luglio 2012 in 14:56
    Permalink

    Polizia: a sparare potrebbe essere stati sostenitori Corinthians

    Risposta
  • 13 Luglio 2012 in 09:05
    Permalink

    Ci spiegano tutto gli amici di http://www.sportpeople.net/

    Brasile, 8 morti tra i tifosi? No, è morta l’informazione in Italia…
    Venerdì 13 Luglio 2012 09:30
    Nella notte tra mercoledi e giovedi scorso a Sao Paulo (Brasile) nel pieno dei festeggiamenti per la vittoria della Copa Brasil del Palmeiras è andato in scena un regolamento di conti tra bande criminali. E’ bastato il fatto che uno degli uomini uccisi indossasse la maglietta del Palmeiras per far pensare ad un regolamento di conti tra “torcidas” rivali; la notizia ha scatenato la fantasia di alcuni giornali italiani che come sempre quando si parla di tifo organizzato non esitano a trovare i colpevoli….

    Esite una relazione tra gli omicidi nel quartiere Osasco.
    Per il dirigente della Polizia uno o due gruppi di killer sono gli autori degli 8 omicidi nella mattina di Giovedi 12 Luglio.

    La polizia ritiene che i sei attacchi che hanno ucciso otto persone e lasciato due feriti la mattina di Giovedi, 12, sono collegati e sono stati progettati dagli stessi autori.

    L’informazione è stata data dal delegato sezionale della Polizia di Osasco, Mauro Guimaraes Soares, che ha parlato alla stampa Giovedi pomeriggio e ha detto che 10 persone sono state colpite dagli spari.

    Si presume che gli autori dei crimini siano gli stessi, per i momenti in cui si sono verificati e per la vicinanza tra i quartieri e il modus operandi.

    Sarebbero uno o due gruppi combinati , cosi come hanno indicato i testimoni e alcune vittime citando un gruppo di fuoco composto da sei persone.

    “Tutto indica che sei persone hanno agito muovendosi con un auto rossa accompagnata da una moto grande cilindrata”.

    L’informazione è stata data alla polizia da parte delle persone che sono sopravvissute agli attacchi.

    Nonostante il sospetto che i crimini siano collegati, il delegato ha detto che le gli omicidi sono stati effettuati su commissione.

    Per Smith, “le vittime non conoscevano i sicari e i sicari non conoscevano le vittime”.

    Inizialmente, la Polizia Militare ha riferito che persone uccise erano appartenenti alla torcida del Palmeiras che stavano festeggiando il titolo vinto dalla squadra ovvero la “Coppa del Brasile”.

    Al mattino però la stessa Polizia Militare in una nota ha escluso la presenza di appartenenti alle torcidas nelle sparatorie affermando che “in nessuno dei fatti criminali erano coinvolti fan del Palmeiras”.

    Agenti del Bureau sezionale di Osasco, tuttavia hanno segnalato che una delle vittime indossava una maglietta del Palmeiras.

    Secondo la Polizia Civile, la maggior parte degli omicidi sembra essere accaduto di fronte a bar e punti noti di spaccio.

    Secondo Mauro Guimaraes Soares, il tempo di passare attraverso tutti e le vie dove sono state uccise persone ovvero – Giardino Rochdale, Munhoz Junior Giardino e Giardino Mutinga Canaan – non è superiore ai 5 minuti.

    La vicinanza dei luoghi rafforza il sospetto sullo stesso gruppo che ha compiuto tutte le azioni criminose. Degli 8 uomini uccisi, cinque avevano precedenti e la maggioranza, secondo la testimonianza, era dedita all’ uso di droghe.

    La polizia dice che sono stati utilizzati fucili 380 e pistole calibro 45.

    da http://www.estadao.com.br

    Invece questo che segue è quanto successo dopo la vittoria del Palmeiras dove, nonostante gli scontri tra “torcedores” e polizia, nonostante la polizia abbia sparato proiettili di gomma sulla folla per disperderla, non si sono verificati morti. I due eventi qui raccontati, sono dunque due distinti eventi di cronaca che fra di loro non c’entrano un beneamato nulla, cari giornalisti nostrani, e sarebbe bastato un semplice giro tra gli articoli di cronaca brasiliana per capirlo, come lo abbiamo capito noi “dilettanti dell’informazione” che evidentemente sappiamo e riusciamo a farla meglio di voi “professionisti” che forse siete tali solo quando dovete intascare soldi e finanziamenti. Sulla fantasiosa ipotesi di una vendetta trasversale dei tifosi del Corinthians, l’unico nesso dei bianconeri in questa vicenda è che loro stessi, per gli stessi motivi, si sono scontrati con la polizia durante i festeggiamenti per la vittoria in Copa Libertadores in Viale Paulista.

    Torcedores del Palmeiras si scontrano con la Polizia a Sao Paulo

    I festeggiamenti dei tifosi del Palmeiras per la vittoria della Copa do Brasil sono terminati in scontri con la Polizia Militare nella via Turiassu, quartiere Perdizes, zona ovest di São Paulo, nelle prime ore del mattino del Giovedi.

    Gli incidenti sono cominciati pochi minuti dopo la fine della partita quando i tifosi si sono concentrati sulla Via Turiassu per festeggiare il titolo.

    Per disperdere i tifosi dalla strada la polizia ha usato gas lacrimogeni e proiettili di gomma.

    Un sostenitore, che ha chiesto di non essere identificato, ha detto che la gente in strada era tranquilla e che la celebrazione è stata pacifica.

    Secondo i tifosi, l’unico problema era che le persone impedivano momentaneamente la circolazione delle auto in strada.

    Secondo la Polizia gli agenti sono stati attaccati dai sostenitori del Palmeiras quando hanno cercato di liberare la strada.

    Almeno un tifoso risulta ferito al piede nella confusione.

    Il 5 luglio scorso, anche i tifosi di Corinthians si erano scontrati con la polizia quando hanno chiuso il Viale Paulista per festeggiare la vittoria nella copa Libertadores.

    da http://www.folha.uol.com.br

    Risposta

Lascia un commento