Neymar crocifisso e la Chiesa brasiliana non ci sta

 

 

Neymar, il campione, il fenomeno, stavolta fa parlare di se ma non per il pallone, quanto per delle foto in cui è ritratto crocifisso e la Chiesa brasiliana non ha gradito affatto.

La foto del calciatore crocifisso è stata pubblicata in copertina dalla rivista sportiva ‘Placar’ nel numero di ottobre e la Conferenza nazionale dei vescovi brasiliani si ritiene provocata ed indignata: ”Riconosciamo la liberta’ di espressione come principio fondamentale dello stato e della convivenza, che ha pero’ limiti obiettivi nel suo esercizio

Neymar continua ad impressionare tutti in patria e non solo, tra le voci di mercato e tutti i falli che subisce in ogni match; ma è molto criticato poichè sembra che molte voci di mercato sia pompate e finte e molti falli da lui subito sarebbero simulati. Ora questo nuovo scandalo che si poteva risparmiare, anche sapendo quanto la Chiesa sia influente in Brasile e quanto il Brasile sia diventato influente sull’economia mondiale.

Sembra che l’idea, spiega il direttore del giornale Mauricio Barros, è nata proprio per stigmatizzare la vicenda creatasi intorno al calciatore, e porre un freno alle critiche, e perché no guadagnarci qualche milione di copie vendute in più.

Basta pensare a guadagnare e speculare! Ed il povero Neymar si può dire che tra gossip, giornali e scandali è stato davvero messo in croce! Un po’ come gli skinhead negli anni ’80 dei quali tutti parlavano, ai quali tutti addossavano colpe etc

Terminiamo questo articolo con Antisociale dei Brutti e cattivi…”antisociale oi! scendi dalla croce!“:

chiacchere in doppio petto, brogli da politicante
campagne elettorali vuote come il tuo domani
di queste cazzate noi ce ne freghiamo
nelle nostre birre noi affoghiamo

antisociale oi!
scendi dalla croce

killer assoldati per talk show televisivi
puttane e droga party nei loro camerini
menzogne e falsità su ogni canale
con un colpo di fucile spengo il palinsesto

vendi indulgenze firmate padre eterno
ma te sei il primo a finire all’inferno
ricoperto di ori mi parli di pace e amore
solo calci in culo la mia santa inquisizione

I Brutti e ignoranti, oi! band, nascono da due fratelli Ricu e Pelè, nel 2008.

E tu, cosa ne pensi?