Iron Maiden e Glasgow Rangers, musica e calcio

Gli striscioni dei tifosi dei Glasgow Rangers con il simbolo degli Iron Maiden sono uno spettacolo e legamo calcio e musica.

Ma cosa lega i Rangers alla band?

The light blues, la metà protestante ed unionista della città scozzese, sono i tifosi dei Rangers, la compagine che da sempre si oppone ai Celtic. Tra le 2 squadre c’è una rivalità che va oltre il football e che ha creato 2 modi di vita differenti. Sia i Celts che i Gers hanno proprie zone, propri pub e propria musica, oltre che una propria religione.

Tra i Blue Noses, altro soprannome dei Blu di Glasgow che frequentano lo stadio, si è spesso cercato di portare simboli aggressivi, come per dimostrare la propria superiorità anche fisica sui Celtic. Dagli anni 80’tra i più affezionati frequentatori di Ibrox è presente materiale con Edward The Head, la mascotte e simbolo degli Iron Maiden.

Eddie T. H. è spesso impegnato con delle armi, delle bandiere e richiama alla violenza, alla forza fisica…è innegabile che sia inquietante.

Dei componenti degli Iron Maiden, band heavy metal portante del genere, non ci risulta ci sia nessun tifoso dei Rangers ne’qualcuno di Glasgow (ma siamo pronti ad essere smentiti da uno di voi lettori ed appassionati di musica, calcio e gradinate)..la scelta della mascotte probabilmente deriva dal fatto che è negli anni’80 che le tifoserie britanniche cercano un collegamento tra giovani ribelli e stadio e, cosa c’è che unisce queste 2 realtà più di tutto se non la musica?! Dato che negli anni’80 gli Iron Maiden andavano per la maggiore in certi ambienti ecco lì che spunta Eddie The Head negli striscioni, le spille e gli adesivi dei tifosi dei Teddy Bears (i Rangers). Un nostro fan (un footballer a 45 giri, come li chiamiamo noi!) ci segnala una spiegazione molto interessante: “Principalmente i tifosi dei Rangers esibiscono l’immagine del singolo The Trooper degli Iron Maiden dei primi anni 80 perchè questa canzone narra delle gesta dell’Esercito britannico nella guerra di Crimea”; l’Unionismo, cultura da cui derivano i tifosi dei Rangers, utilizza Eddie degli Iron maiden per proiettare la canzone The trooper, in chiave Ulsteriana. La canzone narra di un soldato britannico che combatte i russi in Crimea, ma questo murales in zona unionista di Derry, e’ una chiara chiave di lettura della reinterpretazione del soldato britannico, rappresentante L’Unionismo nordirlandese, o più probabilmente uvf è uff, che combatte, non i russi, ma i repubblicani irlandesi, (sportivamente rappresentati dal Celtic), rappresentati in angolo a destra dai murales del Bogside e a sinistra dal soldato giacobita trafitto.

The Troooper è un disco in vinle uscito nel 1983, il nono 45 giri degli iron Maiden, pubblicato da etichetta EMI:

You’ll take my life but I’ll take yours too
You’ll fire your musket but I’ll run you through
So when you’re waiting for the next attack
You’d better stand there’s no turning back.

The Bugle sounds and the charge begins
But on this battlefield no one wins
The smell of acrid smoke and horses breath
As I plunge on into certain death.

The horse he sweats with fear we break to run
The mighty roar of the Russian guns
And as we race towards the human wall
The screams of pain as my comrades fall.

We hurdle bodies that lay on the ground
And the Russians fire another round
We get so near yet so far away
We won’t live to fight another day.

We get so close near enough to fight When a Russian gets me in his sights
He pulls the trigger and I feel the blow
A burst of rounds take my horse below.

And as I lay there gazing at the sky
My body’s numb and my throat is dry
And as I lay forgotten and alone
Without a tear I draw my parting groan.

3 pensieri riguardo “Iron Maiden e Glasgow Rangers, musica e calcio

  • 27 Novembre 2013 in 22:36
    Permalink

    Principalmente i tifosi dei Rangers esibiscono l’immagine del singolo The Trooper degli Iron Maiden dei primi anni 80 perchè questa caazone narra delle gesta dell’Esercito britannico nella guerra di Crimea.

    Risposta
    • 28 Novembre 2013 in 10:22
      Permalink

      Grazie 1000 Andrea!
      Andremo a “studiare” e correggere l’articolo aggiungendo la tua spiegazione

      Risposta
  • 19 Novembre 2018 in 13:52
    Permalink

    Forse perché i Maiden sono anche orgogliosamente britannici: non li vedrei accomunati ai Celtic,per questioni non solo ovviamente sportive! Ciao!

    Risposta

Rispondi a andrea Annulla risposta