La canzone per Totti dei Wogiagia, Solo un capitano

francesco-totti-capitano-roma

Solo un capitano è il titolo della canzone per Francesco Totti interpretata dai Wogiagia, una band reggae che testimonia quanto calcio e musica camminino paralleli.

“er pupone” non è mica un calciatore qualunque?!E si merita ogni opera o forma d’arte che lo possa esaltare che e che ne ricorderà le gesta, quando smetterà di calciare la palla. Inutile star qui a parlare del suo palmares e delle gesta tecniche che ci ha regalato. In molti lo anno citato o gli hanno dedicato quadri, culture, versi, etc etc, come la canzone dei Giuda Number 10 (il glam degli ex Taxi).

Oggi la musica è diversa, il ritmo è in levare, ci sono i colori giallo, nero, verde e rosso, i fiati ed i dreadlocks.

Ecco il video di Solo un capitano della band reggae di Roma Nord:

Inconfondibile sound ed un video clip molto carino caratterizzano il file; una partita di calcio tra donne e suonatore, all’apparenza non avvezzi al gioco del football e tanta allegria.

Ecco il testo del brano Solo un capitano, dedicato al alla maglia numero 10 dell’AS Roma:

Io provo a immaginamme na Roma senza Francesco
Me possino cecamme, proprio nun ce riesco
Che fisico che gamba, fenomeno pazzesco
Ti fa ballà la samba in stile romanesco
Er re de roma regna quanno che la palla tocca
Fa due finte tira e segna , poi se mette er dito n bocca
Che forza che gran classe, je bastano due mosse
E quando arriva er crosse, son gioie giallorosse
Un capitano solo un capitano
Ce lo invidia tutto er mondo
Pure il Papa al Vaticano
E’ Francesco secondo (rit.).
Triste lazialotto e’ giunta la tua ora
L’hai letta la maglietta io v’ho purgato ancora
Dal cielo se la ride con Sensi Dino Viola
Na mina sotto ar sette e poi la curva vola
Tutti ce lo sanno a roma vincere e’ piu’ tosta
9 coppa italia, 3 scudetti nun ce basta
Ma se ce sta Totti in campo famo na gran festa
Lui c’ha er terzo occhio appizzato sulla testa
Un capitano solo un capitano
Ce lo invidia tutto er mondo
Pure il Papa al Vaticano
E’ Francesco secondo.
Lui detta il passaggio con il contagiri
Omo de coraggio pure sui rigori
Che te fa er cucchiaio e son mazzi amari
“tanto nun la sbajo” dice, ma ogni volta stiri
Hai da continua’ a gioca’ fino a che nun mori
Incubo e tormento per i difensori
Li campioni veri come te son sempre rari
Son d’accordo tutti pure sor ranieri.
Un capitano solo un capitano
Ce lo invidia tutto er mondo
Pure il Papa al Vaticano
E’ Francesco secondo.
Ora che m’attacchi gli scarpini al muro
Resti dentro ar core nun sarai mai solo
Io ne sono certo, io sono sicuro
Che te meritavi almeno 3 palloni d’oro.
Son piu’ de 300 i goal ma io me li ricordo
parono panini e io me sembro Poldo.
E tra tutti nun so scieglie quello piu’ gajardo,
ma il più bello è quello che gli hai fatto al poro Toldo.
Caro capitano vai Ilary t’aspetta
Ora te puoi rilassa’ e mette su panzetta
Bevi e magna tutto, fatte na cannetta
Dal Torrino è n’attimo a arrivare a Capocotta.
Te vedo la domenica nuotare tra le onde
O a vede’ la magica a casa tua in mutande,
st’immagine poetica tanta speranza infonde
e a noi ce tocca da aspetta’ che Christian se fa grande!
Un capitano solo un capitano
Ce lo invidia tutto er mondo
Pure il Papa al Vaticano
E’ Francesco secondo….

Lascia un commento