Canzone su ultras, stadio, scontri di Maxi B

canzone-ultras

Lo stadio e le lame, poliziotti col cane i cori le squadre inizia così la canzone di Maxi B Un altro uomo a terra che parla di scontri ed ultras.

Inizia con il più classico dei cori, il “chi non salta..” in sottofondo, poi le voci dei vari telegiornali, spezzoni che tutti noi conosciamo a memoria, le parole introduttive ai servizi legati ai fatti più gravi legati agli incidenti tra tifoserie o con le forze dell’ordine..quegli accadimenti ai quali si aggiungono purtroppo anche storie molto tristi, vite spezzate.

Sono terribilmente famose le immagini che scorrono e le frasi che narrano la violenza del calcio..ognuno di noi ha un ricordo, chi era sul luogo, chi si scontrava, chi ha sentito il tutto alla tv, chi dal racconto di un amico presente.

Poi parte la canzone di Maxi B, Massimiliano Bonifazi, un rapper di Lugano, noto per collaborazioni e per brani da solista.
Nel 2009, tramite la Vibrarecord, incide Invidia, l’album dal quale estraiamo questo brano sulla violenza negli stadi.
Ecco a te Un altro uomo a terra:

Ed ecco le parole di questa canzone che lega musica ed ultras:

Pioggia e Catrame lo stadio e le lame
polizziotti col cane i cori le squadre
le fanfare le sciarpe e le bandane
la vita ke prende una curva
da cui non si torna
incurva la gente la vita
in cui non importa
Il Lavoro,la Noia,la Moglie le corna

L’Inviato A BordoCampo
Collegato a ControCampo
I tifosi feriti a catania Raciti
Il Calcio Un Campo Santo
Se Ricordi Lo Sai…
Sai Di Ke Parlo
Ti Ricordi all’Olimpico
Sai Di Che Parlo
Autogrill Autostrada Arezzo
Sai di Che Parlo
e Non Dirmi che sono soltanto gli ultrà
che dietro ai giornali c’è solo politica
blah blah ogni cronista poi milita
Hip Hip Hurra Hurra
Livorno Che Tira A Sinistra
E La Lazio Che Tira Più a Destra
Ma la fine del calcio che resta

Domenica Un Altro Uomo è Steso a Terra
l’Infamità è il nome di una fede eterna
la verità lo stadio è come andare in guerra
il capo ultrà alza il pugno….

Il Boato rimbomba
Sugli Spalti Una Bomba
in un attimo cala un silenzio di tomba
poi un fischio il rigore la folla è rivolta
questo calcio è lo specchio d’Italia
si da molto coperto l’infamia
la coda di paglia una lama ke taglia
una rabbia che toglie anche l’aria

Ma Il Calcio Non si ferma e
intanto Del Piero Segna
e Il Boato Risale Nessuno Mi Senta
è Un Altro Uomo a Terra
e la sera è polemica lunedi si và in replica
martedì ci si merita ma il sabato già si dimentica
e di nuovo domenica…
fuori campo gli sbirri armati
in campo vendemmi viziati
e i biglietti merda per quanto li pago li voglio d’orati
Se non fosse che siamo campioni del mondo
Sentiresti la nave che tocca il fondo
Gli Squali Intorno e del calcio rimane lo sporco…

Domenica Un Altro Uomo è Steso a Terra
l’Infamità è il nome di una fede eterna
la verità lo stadio è come andare in guerra
il capo ultrà alza il pugno….

Lascia un commento