Canzone Curva Nord Bari, Che importa se

ultras curva nord bari

Ad unire musica e tifosi di calcio ci pensano gli ultras del Bari con la canzone della Curva Nord Che importa se.

La tifoseria barese, numerosa e calda non è nuova a cori con basi “musicali” per sostenere i galletti de La Bari; quello di cui vi parliamo oggi è un coro da stadio che avrete già sentito, visto che è diffuso in parecchie delle gradinate italiane.

Gli ultras biancorossi di Bari cantano così:
Che importa se
Sta arrivando la retrocessione
Che vuoi che sia
In ogni categoria
Magico Bari
Io non vivo senza te
Ecco un video del coro della Curva Nord Bari allo stadio San Nicola:


Avrete tutti già capito qual’è il brano musicale originale sul quale si fonda il coro dei tifosi baresi..Maledetta primavera, una canzone simbolo della musica italiana!
Si tratta di un brano d’amore, che quindi si sposa con la vita del tifoso di calcio, una canzone interpretata da Loretta Goggi ed uscita nel disco Il mio prossimo amore nel 1981 per l’etichetta WEA, stessa etichetta che pochi mesi dopo produsse il 45 giri. Una canzone che ha avuto ed ha ancora un successo incredibile..non si capisce come abbia fatto ad arrivare seconda e non vincere il Festival di Sanremo.


Ecco il testo di Maledetta primavera:

Voglia di stringersi e poi
vino bianco, fiori e vecchie canzoni
e si rideva di noi
che imbroglio era
maledetta primavera.
Che resta di un sogno erotico se
al mattino è diventato un poeta
se a mani vuote di te
non so più fare
come se non fosse amore
se per errore
chiudo gli occhi e penso a te.
Se
per innamorarmi ancora
tornerai
maledetta primavera
che imbroglio se
per innamorarmi basta un’ora
che fretta c’era
maledetta primavera
che fretta c’era
se fa male solo a me.
Che resta dentro di me
di carezze che non toccano il cuore
stelle una sola ce n’è
che mi può dare
la misura di un amore
se per errore
chiudi gli occhi e pensi a me.
Se
per innamorarmi ancora
tornerai
maledetta primavera
che importa se
per innamorarsi basta un’ora
che fretta c’era
maledetta primavera
che fretta c’era
maledetta come me.
Lasciami fare
come se non fosse amore
ma per errore
chiudi gli occhi e pensa a me.
Che importa se
per innamorarsi basta un’ora
che fretta c’era
maledetta primavera
che fretta c’era
lo sappiamo io e te
Na, na, na, na , na , na,
na, na, na, na, na, na,
maledetta primavera
na, na, na, na, na, na…

Lascia un commento