Questo è un canto d’orgoglio e d’amore per la Juventus

ultas curva sud juventus

Questo è un canto d’orgoglio e d’amore è un coro per la Juventus che unisce il tifo la squadra di calcio e la musica.

Già perchè gli ultras juventini dalla Curva Sud a tutto lo Stadium cantano una canzone che nasce sulle note di un vecchio disco, un 45 giri degli anni 60.

Ecco il video dei tifosi bianconeri:

La musica originale del coro della Curva Scirea

Il brano musicale sul quale nasce la canzone della tifoseria della Juve è Ogni volta, un vinile inciso da Paul Anka nel 1964; si parla di un brano d’amore che conquistò il pubblico del Festival di Sanremo. Il disco, pubblicato da etichetta RCA Victor ha venduto moltissimo ed il nome dell’artista libanese-canadese è legato al titolo della canzone.

Ecco le parole del testo del coro della Curva Sud Scirea

Questo è una canto d’orgoglio e d’amore,
che ci vien dal profondo del cuore,
e vorrei continuare a cantare,
sostenendo il mio unico amor.
Magica Juve alè,
dai non mollare perchè,
tu sei tutto per me,
e non potrei, lo sai, abbandonarti mai!

Le parole di Ogni volta di Paul Anka:

Ogni volta, ogni volta che torno,
non vorrei, non vorrei più partir,
pagherei tutto l’oro del mondo
se potessi restarmene qui.

Ho negli occhi il color del tuo mare,
ho nel cuore l’azzurro del ciel,
ogni volta che devo partire
io mi porto il ricordo di te.

La mia casa è laggiù,
ma il mio sole sta qui,
tu sei il sole per me, e non vorrei,
lo sai, lasciarti mai perché:

Ogni volta che devo lasciarti,
sento tanta tristezza nel cuor,
e mi resta soltanto la gioia
di pensare che un dì tornerò.

Ogni volta, ogni volta che torno,
non vorrei, non vorrei più partir,
pagherei tutto l’oro del mondo
se potessi restarmene qui.

La mia casa è laggiù,
ma il mio sole sta qui,
tu sei il sole per me, e non vorrei
lo sai, lasciarti mai perché:

Ogni volta che devo lasciarti,
sento tanta tristezza nel cuor,
e mi resta soltanto la gioia
di pensare che un dì tornerò.

Di pensare che un dì tornerò.
Di pensare che un dì tornerò.
Tornerò, tornerò,
tornerò…

Lascia un commento